Navigazione

Accesso utente

CAPTCHA
Domanda per controllare che tu non sia un robot
15 + 0 =
Risolvi questa semplice operazione per dimostrare che sei umano. Es: 1+3, il risultato è 4.

Santa Croce

Corio
Barocco
Edificazione 
Sec. XVIII

Cenni storico-artistici

Iniziata intorno al 1700, oggetto di vari ampliamenti terminata nel 1774, già oratorio della Confraternita dei Disciplinati, si affaccia sul lato destro della centrale piazza del paese, dialogando con la Parrocchiale di Santi Genesio martire ed Anna.
Mantendo l’oriantamento canonico, sull’asse est-ovest,si presenta elegante, con marcata geometria di facciata. E’ suddivisa in sei riquadri, generati dall’incrocio di quattro lesene con due trabeazioni. Al centro il portale d’ingresso, non sormontato da rosone o finestra: probabilmente in causa di dilavamenti delle piogge, inclinate dal vento dominante.
Presumibilmente per lo stesso motivo, zoccolo, lesene e trabeazioni sono in pietra naturale, estratta da una cava locale di “Casa Macario”.
Il disegno geometrico continua nelle decorazioni costituite da profilature policrome, completate con motivi floreali, forse con funzione di alleggerimento della severità di facciata.
Il portale ed il frontone sono consonanti mediante l’architrave ad arco di completamento superiore.

L’interno è costituito da un’unica navata rettangolare, su cui si affacciano le due cappelle laterali: della Madonna Addolorata; di San Francesco di Sales e San Luigi Gonzaga.
La volta a botte ha unghie laterali in corrispondenza delle finestre sui due lati maggiori.
Il presbiterio è visivamente separato dall’abside mediante un portale, costituito da due lesene laterali connesse e sovrastate da un arco ribassato.
L’abside, a pianta rettangolare, è sormontata da una cupola a calotta su base ellittica, poggiante su quattro archi.
La chiesa presenta elementi decorativi, in alto e basso rilievo, tipici del barocco.
Il ciclo della Croce è proposto mediante la pala d’altare, i due quadri delgli altari laterali, nonchè dai tre affreschi incorniciati in volta completati dal Trionfo della Croce nella cupola.
L’orchestra, a mensola sul portale d’ingresso, è in legno decorato con tipici motivi musicali, mentre l’incorniciatura lignea delle canne d’organo presenta festoni di ghirlande floreali.
L’organo, datato 1795, è stato costruito secondo il registro della famiglia Bruna.
Dopo il restauro la chiesa viene usata per conferenze e concerti.
Attualmente è gestita dal Comune, mediante convenzione con la Parrocchia.

Fonti
- Archivio Parrocchiale

Affreschi 
Ciclo della Croce
Altre opere d'arte 
Gli altari
Note particolari 

Nei dintorni: La Chiesa Parrocchiale; la Cappella dei Battuti; Ar.Co: opere di arte contemporanea sulle facciate degli edifici del paese

Il monumento in dettaglio 
Indirizzo 
via Regina Margherita 8
Gestione 
Parrocchia di San Genesio